berlusconi: Greatest Hits

  • personal • news-and-politics • curiosity • italian
  • 1329 words

Premessa
Quando ho iniziato questo Blog, l'obiettivo primario era parlare di "Information Technology", "Software Development", "Open Source" e "Curiosità varie". Spesso però nella vita è difficile gli obiettivi originali di un progetto, e ci si ritrova a percorrere una strada diversa, soprattutto se ci si lascia guidare dall'istinto e dai proprio interessi. Altro fattore importante, era il mio interesse a scrivere (quasi) sempre in inglese.

Fonti

Ultimamente però sono stato inondato da una quantità enorme di informazioni sul passato (ed il presente) del Portatore Nano di Democrazia: il loro volume mi ha quindi spinto a scrivere questo POST come "raccolta".

Disquisire ancora sul berlusca (sì, un uomo che si é macchiato di tali bassezze non merita la maiuscola), riempiendolo di appellativi o analizzando cose già dette e stradette su di lui mi sembra inutile. Quindi riporto "quasi pedissequamente" (;)) una lista di informazioni da me rinvenute.

  • Documento diMarco Travaglio e Peter Gomez consegnato ai membri del Parlamento Europeo all'indomani del "semestre italiano" (grazie a Nemo per la leggibile reimpaginazione e per l'hosting). In questo documento si parla di tutta la vita di Berlusconi, evidenziando, ovviamente, i momenti e le azioni più terribili del suo agire Dell'Utri(qualcuno ci crederebbe se gli dicessi che la famosa "Villa di Arcore" è stata pagata 500 milioni, togliendola ad una povera orfana di 17 12 anni tutorata da Dell'Utri?). Il documentato é pieno di riferimenti e date, quindi difficilmente smentibile. Per questo, e per un altro libro di cui ora mi sfugge il titolo, Marco Travaglio é stato portato in tribunale da Berlusconi: non sarebbe stato più semplice smentire pubblicamente tutto ciò? Una delle cose che maggiormente viene fuori, é la COLLUSIONE MAFIOSA iniziata prima con il padre, Luigi, e poi continuata dal figlio: Luigi ha iniziato come impiegato e quindi é diventato direttore della Banca Rasini, la più grande banca per il riciclaggio del denaro sporco che "Cosa Nostra" aveva nel Nord. "Il Denaro della Droga", come dirà l'on. Umbero Bossi all'indomani della caduta del primo Governo berlusconi. Tra le tante cose, é interessante il fatto che un ragazzo appena laureato riesca a ricevere finanziamenti per più di 100 miliardi di lire (che ad oggi corrisponderebbero a 250 MILIONI DI €) da una "banchetta" di piazza come la Rasini di Milano. Sarà ben chiaro anni dopo che quei soldi provengono dai fondi mafiosi.
  • http://www.berluscastop.it/
    DOPO UN PERIODO DI MEDITAZIONE A GUARDARE IL "NUOVO MODO" DI FAR POLITICA DEL CAVALIERE E DEI SUOI COMPLICI SIAMO PRONTI A RIPARTIRE. GLI ITALIANI NON VOGLIONO ESSERE PRESI IN GIRO: FERMIAMO QUESTA FARSA !!!!!
    Il sito é pieno di documenti e link a tantissimi misfatti del "Cavaliere del Lavoro".
  • Lettera aperta dell'Economist a Silvio berlusconi - 30 luglio 2003 - Per chi non lo sapesse, l'Economist scrisse un articolo intitolato “Perché Silvio Berlusconi è disadatto per condurre Italia” ed un inchiesta intitolata “Una storia italiana” in cui si analizza ne più ne meno quello che tantissimi giornalisti italiani hanno già detto e per cui sono stati zittiti.
  • Il sito non ufficiale (perché non mantenuto da lui stesso) di Marco Travaglio é piendo di materiale e articoli da leggere. Da l'Oblò:
    Sempre più spesso, nel mio tour per l'Italia, mi sento rivolgere questa domanda: "Che cosa dobbiamo leggere per informarci? Quali siti dobbiamo frequentare? Quali giornali ci consiglia? E come facciamo ad acquistare tutti i giornali che sarebbe necessario vedere e confrontare per avere conoscenze complete e farci un'opinione fondata sui fatti della politica, dell'economia, della giustizia?". Confesso che, per chi non è addetto ai lavori e non può acquistare sei o sette giornali al giorno o passare la sua vita appeso a internet, la risposta è difficile per non dire impossibile...
  • Blog di Sabina Guzzanti, da cui é possibile partire per trovare altro materiale sulla censura subita da lei e da tutte le "menti pensanti" che erano rimaste nei nostri media. Qui un sito dedicato a RaiOT.
  • Blog di Beppe Grillo
  • Berlusgoogle - Motore di ricerca in stile Google che raccoglie svariato materiale sul Cavaliere, ma anche sui suoi oppositori. Utile per ridere ma anche per trovare tutti quegli articoli che nei giornali (ma soprattutto, nei telegiornali) non si vedono.
  • I video di RaiOT e altro materiale multimediale di satira contro Berlusconi.
Questo é il materiale di maggior rilievo da cui partire, e mi riservo la possibilità di aggiornare il post successivamente. Non ho ovviamente riportato tutto quello che ho trovato, solo ciò che maggiormente mi ha colpito.
Cosa penso io
  1. Che la "maleficità" di berlusca sia così semplice e limpida da interpretare, da sembrare scritta dal migliore dei romanzieri: un uomo che grazie alle spinte e alle conoscenze mafiose del padre, é riuscito a costruire un impero di carte false, prestanomi, droga, soldi riciclati, holdings, società "off-shore", conti esteri, legami e collusioni potiico/mafiose.
  2. Che berlusconi é stato SEMPRE nella politica italiana, e che ha sempre sfruttato i suoi legami con essa, soprattutto Craxi, per ottenere quello di cui aveva bisogno. Vedasi le leggi "ad Personam" fattegli per mantenere le sue 3 televisioni illegali, o altre fatte per salvare lui, suo figlio o i suoi compari dalla galera. E' significativo ricordare (grazie Nemo) l'intervista di Funari del '94:
    Funari: "ma chi te lo fa fare di scendere in campo?" Berlusconi: "Se non lo faccio, sono rovinato"
  3. Che berlusconi non ha un'"idea politica" o un "ideale" (in questo il Duce era persino meglio di lui): lui sa solo MENTIRE. Mentire sempre e comunque, smentendosi più e più volte sullo stesso argomento, ed in fine "affogando" le voci che gli fanno notare la sua contraddittorietà.
  4. Che il suo potere é tentacolare e che anche una Sinistra al Governo, ormai, sarebbe comunque influenzata da lui.
  5. Che siamo sotto un Regime che non usa più la Radio per stordirci e la Forza per piegarci: QUESTO REGIME USA LA TV PER RINCOGLIONIRCI E LA DENUNCIA PER SOTTOMETTERCI. Non c'é forza di reagire ad esso, perché non c'é la paura di essere uccisi (che smuoveva di più l'uomo come con il Fascismo): ora l'"eversivo" teme di poter perdere tutto, soldi, casa, lavoro, carriera, amici perché si sa come operare per distruggerlo psicologicamente e socialmente. Questo é un Regime basato sull'uso degli Avvocati strapagati.
  6. Che berlusca ha saputo dove "apparire" per costruire la sua figura agli occhi del popolo: si é costruito la figura dell'"uomo esempio" dell'Italia medio-borghese, che si é fatto da solo, così da apparire agli occhi della gente come un punto fermo ed un esempio da seguire. È per questo che a parlarne con il populino si passa per "comunisti". Ed anche che si sia circondato di una quantità incredibile di "manager sociali" così da costruire un enorme, complesso e "palettato" sistema di idee che ha reso normali e solite agli occhi nostri quello che la tv ci propina. Persone come lui stanno uccidendo il senso critico.
  7. Che la chiave di volta é la DISINFORMAZIONE: é su di essa che fonda le sue basi questo REGIME. Io stesso sto ora qui a sbattermi come un forsennato ma tra 10 giorni sarò tornato ad interessarmi ai cazzi miei, pensando di riuscire ad inculare il sistema. Quando invece sarà il sistema ad inculare me. E' questo il cuore di questo REGIME!!!
Finale

Vi lascerei con l'inizio dell'articolo dell'Economist che ho riportato in precedenza, invitandovi CALDAMENTE a leggerlo:

IN ANY self-respecting democracy it would be unthinkable that the man assumed to be on the verge of being elected prime minister would recently have come under investigation for, among other things, money-laundering, complicity in murder, connections with the Mafia, tax evasion and the bribing of politicians, judges and the tax police. But the country is Italy and the man is Silvio Berlusconi, almost certainly its richest citizen. As our own investigations make plain (see article), Mr Berlusconi is not fit to lead the government of any country, least of all one of the world’s richest democracies.

ps L'articolo é ancora in fase di correzione ed arricchimento: non sapete quanta roba ci sia da dire su quest'ominide!

comments powered by Disqus