Forse forse ce lo togliamo dai coglioni

  • personal • news-and-politics • curiosity • italian
  • 300 words

Un amico, Malabase, mi scrive a proposito di una questione interessante: il caso Telecom. E mi presenta una ipotesi che, a prima vista, potrebbe sembrare "sconvolgente" ma... che potrebbe dimostrare di avere risvolti politici assolutamente inaspettati.

Partiamo da una domanda: qual'è l'unico gruppo/azienda attualmente in assoluta e costante crescita in Italia? Non lo sapete? Dai è facile: MediaSet.

Qual'è l'unico gruppo che potrebbe acquisire TIM e, forse, sanarne anche il bilancio? Vabbè, ora è facile: MediaSet.

Chi è il "Cavaliere" di MediaSet: il CaiNano.

Orbene, potrebbe sembrare assurdo che io dica «Speriamo che quella LOTA di berlusconi (ricordatevi che non uso la maiuscola per lui, non la merita) si compri TIM!», ma forse potete cominciare ad immaginare perché io arrivi a dire ciò: il conflitto di interessi diventerebbe spropositato e senza precedenti.

Ora, è ovvio che si potrebbe pensare «Quello fa così schifo da comprarsela e poi continuare a fare Politica!» Io, forse un pò troppo fiducioso (?), spero che compri TIM: dal punto di vista del servizio, io credo che TIM possa solo migliorare, e, di sicuro, MediaSet potrebbe portare solo una ventata di novità. Che non sappiano attrare i clienti e fornire servizi moderni e all'avanguardia non lo direi mai. Anzi, MediaSet é una ottima azienda (senza assolutamente prendere in considerazione tutto ciò che è al di fuori della sfera "servizi offerti").

Berlusconi si ritroverebbe davvero a dover avere un esercito dalla sua per poter difendere la sua posizione, e credo che cessioni e concessioni a figli o terzi non lo salverebbero di certo. E l'Europa, forse, una volta tanto si sentirebbe in diritto di intervenire con maggiore forza.

Che dite tiene più alle tasche pubbliche... o alle tasche sue?

ps. Per favore, non parlatemi della terza ipotesi: tramuterebbe questo post in un urlo di disperazione ;( .

comments powered by Disqus